AMS dating pottery

Calibrazione con gli anelli degli alberi – Radiocarbonio

Quantità raccomandata (può essere inferiore per AMS – si prega di contattarci)
10-20 mg di residui di cibo bruciato (la dimensione del coccio da inviare dipende dallo spessore del residuo carbonizzato)
Contenitore consigliato
Bustine con zip (avvolgere prima in un foglio di alluminio i campioni molto piccoli e/o che possono essere polverizzati durante la spedizione)
Si raccomanda di inviare i campioni in scatole rigide quando possibile (invece di utilizzare buste imbottite) per preservarne l’integrità.
Possiamo estrarre i residui dai frammenti di vasellame

Nota – Le tariffe applicate includono le misurazioni d13C, i report di garanzia di qualità, la calibrazione agli anni di calendario (dove applicabile) e l’accesso online 24/7 alle analisi in corso ed ai risultati.

Pretrattamento – Si prega di contattarci per discutere l’obbiettivo della propria ricerca per garantire la selezione e il pretrattamenti più appropriati per cocci e vasellame. È possibile richiedere di essere contattati dal laboratorio dopo i pretrattamenti per discutere le opzioni per l’analisi.

Estrazione dei residui dal vasellame per la datazione al radiocarbonio

Il laboratorio è lieto di estrarre i residui e restituire i frammenti ai clienti se richiesto. Assicurarsi di indicare sul foglio dati se è richiesta la restituzione del frammento. In caso contrario, verrà smaltito al completamento della datazione al radiocarbonio. Per maggiori informazioni, vedere la politica di Beta Analytic sulla restituzione dei campioni in eccesso.

In ordine di preferenza di Beta Analytic:

1 – Datare i residui di cibo carbonizzato che si trovano sulle superfici interne

Il laboratorio preferisce datare i residui di cibo bruciato estratti dalle superfici interne di un frammento, poiché offrono le migliori possibilità di fornire una data rappresentativa del momento dell’ultimo utilizzo.

In generale, i residui di cibo bruciato dovrebbero essere una patina che può essere rimossa a piccoli pezzi, anziché una polvere fuligginosa. Quando il residuo è così sottile che è possibile rimuovere solo una polvere fuligginosa, è difficile (se non impossibile) effettuare un trattamento basico per rimuovere gli acidi umici che potrebbero essere entrati in contatto con il materiale da sedimenti sovrastanti o interazioni con acqua di superficie o falde acquifere.

2 – Datare la massa organica dei frammenti, che comprende la componente organica dell’argilla sopravvissuta alla cottura ed i materiali organici assorbiti dal cibo o dai liquidi contenuti

Per i frammenti che non presentano sulla superficie interna residui di cibo bruciati estraibili, la seconda migliore possibilità è la datazione della “massa organica dei frammenti”, il totale dei materiali organici dell’argilla o degli agenti di temperamento, qualsiasi materiale il vaso possa aver contenuto durante il suo utilizzo e qualsiasi sostanza organica che sia entrata in contatto con il frammento dal momento dell’interramento.

La datazione della “massa organica dei frammenti” genera tipicamente una risultato accurato, se i materiali organici inclusi sono contemporanei al momento dell’utilizzo, o una “età minima”, che significa che il vaso è antico almeno quanto indicato dall’età radiocarbonica. Tuttavia, può avere un’età maggiore, nel caso in cui materiali organici recenti siano stati incorporati nel vaso a causa dello spostamento di acidi umici.

3 – Datare gli agenti di temperamento estraibili

Datare gli agenti di temperamento organici è possibile quando il materiale organico è carbonizzato o quando il processo di cottura non ha raggiunto una temperatura abbastanza elevata da rimuoverlo completamente.

Gli agenti a base di conchiglie non vengono intaccati da temperature inferiori a 600°C. Se la temperatura supera i 600°C, i carbonati possono separarsi rilasciando carbonio sotto forma di anidride carbonica (CO2). Quando il materiale si raffredda, la CO2 disponibile riforma i carbonati. Se questa CO2 è la CO2 originale, il contenuto di carbonio delle conchiglie non viene modificato. Tuttavia, se la CO2 disponibile proviene dall’argilla, il carbonato riformato rifletterà l’età dell’argilla. Se l’argilla è più antica rispetto al momento della cottura, anche l’età dei carbonati sarà precedente a quella della cottura. Tuttavia, se il combustibile utilizzato per la cottura ha reso disponibile della CO2, l’età delle conchiglie rifletterà l’età del combustibile. È inoltre necessario, in questo caso, considerare l’omogeneità dei carbonati che si sono riformati. Frammenti diversi potrebbero essersi riformati da fonti di CO2 diverse.

NOTA – Se non si è sicuri del tipo di datazione da effettuare per i propri frammenti di vasellame, si prega di consultare il laboratorio prima dell’invio dei campioni.

Con la datazione al radiocarbonio, la deviazione massima si presenta sempre nella direzione più recente, dal momento che il carbonio moderno aggiunge carbonio sia a livello di peso, che di contenuto di 14C radioattivo, mentre le contaminazioni più antiche (o l’argilla molto vecchia) hanno un impatto minore, salvo in caso di contaminazione secondaria con carbonio più recente. È necessario molto tempo perché il carbonio antico causi una differenza significativa di contaminazione.

ASTM Method D6866

I frammenti di vasellame che presentano residui carbonizzati o fuliggine di spessore sufficiente sulla superficie possono essere datati nel caso in cui la fuliggine possa essere raschiata senza incorporare anche la matrice di argilla sottostante. A seconda della consistenza della fuliggine, i pretrattamenti sono variabili e possono includere acido, o acido/base.

La precisione relativa al momento dell’uso del vasellame dipende dalla fonte della fuliggine. Se proviene da residui di cibi di origine marina, presenterà un “effetto serbatoio” associato che richiederà una correzione. Se la fuliggine proviene da vecchi alberi (tronchi), la data potrebbe risultare troppo antica.

Una data radiocarbonica rappresenta l’ultima volta in cui il materiale analizzato ha scambiato CO2 con l’aria. Negli alberi, questo fa riferimento solo agli anelli esterni, le radici, i fuscelli, i piccoli rami, la corteccia, i gusci, ecc. Questi rappresentano la fase di crescita corrente dell’albero, mentre l’anello centrale ne rappresenta la nascita. Avvicinandosi al centro dell’albero partendo dalla corteccia, ogni anello rappresenta un anno di età. In un albero vivente di 200 anni, ad esempio, una datazione della corteccia corrisponde alla data odierna ed una datazione dell’anello centrale ad una data di 200 anni fa, nonostante l’albero sia ancora vivo. Per questo motivo, la precisione della data radiocarbonica dipende dalla localizzazione del legno utilizzato all’interno dell’albero. Dipende inoltre dall’assenza di contaminanti di origine umana.