Selezione dei campioni e quantità raccomandate

Per conoscere le quantità minime, si prega di contattarci.

Le seguenti raccomandazioni non sono requisiti obbligatori, ma linee guida. Possiamo analizzare quantità di carbonio estremamente ridotte nel nostro Spettrometro di Massa con Acceleratore (AMS).

Le quantità richieste per i singoli campioni possono variare. Raccomandiamo sempre di selezionare i campioni in base alle necessità della propria ricerca. In caso di dubbi sulle dimensioni dei campioni, si prega di contattarci.

Le quantità riportate di seguito fanno riferimento al materiale asciutto e privo di matrice aderente.

Pretrattamento – È importante comprendere i pretrattamenti che verranno applicati ai campioni, dal momento che influenzano direttamente il risultato finale. Nel caso in cui i campioni siano particolarmente piccoli o fragili, consigliamo di contattarci per discutere i pretrattamenti disponibili prima che vengano applicati, per evitare un’eccessiva riduzione del peso del campione. Siamo sempre disponibili per discutere le opzioni per la datazione AMS dopo i pretrattamenti.

Beta Analytic ha rimosso le tariffe per la cancellazione dei campioni e per le analisi parziali (ad eccezione delle tariffe per l’estrazione con solventi o della cellulosa) su campioni che risultano troppo piccoli o contengono troppo poco carbonio per la datazione AMS.

Nota – Le tariffe includono la misurazione del δ13C con spettrometro di massa isotopica (IRMS), i report di garanzia di qualità, la calibrazione agli anni di calendario (dove applicabile) e l’accesso online 24/7 alle analisi in corso e ai risultati. Sui campioni sottoposti alla datazione al carbonio, effettuiamo gratuitamente l’analisi del d15N sulle ossa non cremate; del d18O sui carbonati; del d18O e del d2H sui campioni d’acqua.

Fare clic sul materiale per vedere eventuali tariffe aggiuntive, informazioni sulla Selezione dei campioni e pretrattamenti di laboratorio. Informazioni sul servizio RadiometricPLUS sono disponibili qui.

Tariffe aggiuntive – Verrà applicata la tariffa per l’estrazione del collagene in aggiunta al prezzo base. Se il collagene risulta inadatto alla datazione al radiocarbonio, l’analisi può essere annullata.

Selezione dei campioni – È preferibile inviare pezzi, frammenti o trucioli di corno. Nel caso in cui i campioni fossero già polverizzati, si prega di contattare il laboratorio.

Ulteriori informazioni sul pretrattamento e la datazione al carbonio del corno

Verrà applicata la tariffa per l’estrazione del collagene in aggiunta al costo per la datazione AMS.

Data la ridotta densità delle ossa degli uccelli, la quantità di collagene per grammo è molto inferiore a quella delle ossa di altri animali. Inoltre, la quantità di ossa disponibili è spesso molto ridotta. In alcuni casi in cui lo stato di conservazione era ottimale, è stato possibile effettuare l’analisi su soli 300 milligrammi. È inoltre necessario tenere in considerazione le fonti alimentari ed eventuali altri effetti serbatoio.

Ulteriori informazioni sulla datazione al carbonio delle ossa

Ossa sottoposte a riscaldamento a bassa temperatura. Solitamente decolorate e spesso fragili.

Tariffe aggiuntive – Verrà applicata una tariffa per l’estrazione del collagene in aggiunta alla tariffa per la datazione AMS.

Selezione dei campioni – Il riscaldamento a bassa temperatura danneggia il collagene, rendendolo meno resistente e più suscettibile a contaminanti difficili da rimuovere. Se possibile, è meglio scegliere i pezzi meno bruciati. Scegliere frammenti di osso corticale, che si conserva più facilmente, preferibilmente dalla diafisi di femore o tibia. Le ossa spugnose come quelle delle articolazioni, delle vertebre ecc. non si conservano bene e spesso, se sono state sottoposte a riscaldamento a bassa temperatura, non forniscono collagene sufficiente per l’analisi.

La quantità di calore applicata e le condizioni di sepoltura determinano la possibilità o meno di datare un osso con AMS. Non è possibile sapere in anticipo cosa verrà estratto da un osso che è stato scaldato. In alcuni casi, del collagene in buone condizioni potrebbe essere ancora disponibile. In altri casi, alcune sostanze organiche possono essere estratte ma non identificate come collagene. Datare queste sostanze organiche residue può restituire date sensate, ma è necessario essere cauti con la loro interpretazione.

Non viene applicata alcuna tariffa per la cancellazione di campioni ossei scaldati che risultano inadatti alla datazione in seguito al pretrattamento.

Ulteriori informazioni sul pretrattamento e la datazione al carbonio delle ossa

Ossa che sono state sottoposte a calore abbastanza elevato da carbonizzare il collagene senza rimuoverlo.

Tariffe aggiuntive – Verrà applicata la tariffa per l’estrazione del collagene in aggiunta alla tariffa per la datazione AMS.

Selezione dei campioni – La disponibilità o meno di carbonio sufficiente per la datazione al radiocarbonio in un osso carbonizzato dipende dal grado di carbonizzazione. Se è basso, l’osso è considerato bruciato – fare riferimento alla sezione precedente. Se è alto, tutto il carbonio presente potrebbe essere stato rimosso. Solitamente, se l’osso è nero o blu c’è una buona possibilità che ci sia collagene carbonizzato a sufficienza per una datazione AMS. Se è bianco e appare calcinato, è improbabile che la datazione AMS . Tuttavia, potrebbero essere recuperate delle sostanze organiche non identificabili. Datare queste sostanze organiche residue può restituire date AMS sensate, ma è necessario essere cauti con la loro interpretazione.

Non viene applicata alcuna tariffa per la cancellazione di campioni ossei carbonizzati che risultano inadatti alla datazione in seguito al pretrattamento.

Ulteriori informazioni sul pretrattamento e la datazione al carbonio delle ossa

Ossa sottoposte a temperature maggiori di 600 gradi Celsius per un tempo sufficiente a rimuovere gli ioni carbonati solubili come la calcite e i carbonati assorbiti, lasciando però intatta la struttura carbonatica originale propria del materiale osseo.

Tariffe aggiuntive – Verrà applicata la tariffa per l’estrazione dei carbonati in aggiunta alla tariffa per la datazione AMS.

Selezione dei campioni – Scegliere i frammenti o pezzi bianchi con nessuna o poche chiazze nere, blu o grigie. La resa del carbonato di diverse sezioni dell’osso può indicare un’eventuale cremazione incompleta. Il carbonato viene estratto da due porzioni dell’osso. Se la resa è simile, il laboratorio procede con la datazione AMS. Se è diversa, il laboratorio contatta il cliente per discutere l’eventualità di cancellare l’analisi.

La datazione dei carbonati ossei richiede una procedura speciale che comporta costi aggiuntivi. Si prega di contattarci prima di inviare campioni ossei per la datazione dei carbonati.

Non viene applicata alcuna tariffa per la cancellazione di campioni ossei cremati che risultano inadatti alla datazione in seguito al pretrattamento.

Ulteriori informazioni sul pretrattamento e la datazione al carbonio delle ossa

Tariffe aggiuntive – Verrà applicata la tariffa per l’estrazione del collagene in aggiunta alla tariffa per la datazione AMS al carbonio.

Selezione dei campioni – Raccogliere osso corticale proveniente dalle ossa più grandi (femore, tibia, omero, mandibola, ossa del cranio e costole). Le ossa lunghe e dense sono campioni ottimali per la datazione AMS, a causa dell’alta percentuale di collagene per grammo.

Le ossa spugnose come quelle delle articolazioni e delle vertebre non si conservano bene in condizioni difficili e potrebbero non fornire collagene sufficiente per l’analisi.

Ulteriori informazioni sull’ultrafiltrazione, il pretrattamento e la datazione al carbonio delle ossa

Selezione dei campioni – La flottazione in acqua è una tecnica comunemente usata per consolidare o separare il carbone dai sedimenti. Se l’acqua utilizzata è potabile, il rischio di contaminazione è minimo. L’uso di disperdenti di carbonio non organici è accettabile. Se i campioni sono sottoposti a flottazione, è necessario assicurarsi che tutti i setacci e i contenitori siano completamente privi di tracce di carbonio.

Evitare di toccare i campioni a mani nude (contaminandoli con i grassi presenti sulle mani, contenenti carbonio moderno). Se un campione viene toccato inavvertitamente dovrebbe comunque essere utilizzabile per la datazione, ma si prega di avvertire il laboratorio. Asciugare il campione prima di spedirlo per evitare la crescita di miceti o muffe.

Ulteriori informazioni sul pretrattamento e la datazione al radiocarbonio del carbone

Selezione dei campioni – Si prega di informare il laboratorio delle condizioni di ritrovamento del letame e della possibilità di contaminazione da parte dei materiali organici adiacenti. Se il campione proviene da un ambiente desertico, il lavaggio basico potrebbe essere omesso per conservare massa. Se il campione proviene da un contesto complesso o se la quantità è limitata, si raccomanda di richiedere la datazione AMS con pretrattamenti completi.

Il letame tende ad essere molto resistente poiché è composto da sostanze organiche non decomposte dall’apparato digerente. Tuttavia, in alcuni casi potrebbe reagire violentemente con le basi utilizzate per rimuovere gli acidi umici secondari. Con l’analisi AMS, questo solitamente non è un problema a meno che il campione sia particolarmente piccolo.

Si prega di consultare il laboratorio prima dell’invio dei campioni per discuterne l’idoneità

È possibile includere istruzioni specifiche sul pretrattamento (ad es. lavaggio acido leggero oppure nessun pretrattamento) o sul report finale. Per studi moderni – valore Δ14C disponibile su richiesta. Per studi antichi – l’età radiocarbonica corretta per l’effetto serbatoio marino, il d13C e il d18O sono inclusi nella tariffa per la datazione al carbonio.

Selezione dei campioni –I campioni devono essere estratti prima dell’invio.

Dettagli sul pretrattamento e la datazione al radiocarbonio dei foraminiferi

Si prega di consultare il laboratorio prima dell’invio dei campioni.

Si prega di consultare il laboratorio prima dell’invio dei campioni.

Selezione dei campioni – In molti casi è impossibile recuperare carbonio per una datazione AMS accurata a causa della ripetuta applicazione di oli e altri conservanti. Il cuoio non alterato proveniente da siti archeologici spesso restituisce date perfettamente valide. Manufatti in cuoio come armature o selle spesso danno risultati sospetti.

Si prega di consultare il laboratorio prima dell’invio dei campioni per discuterne l’idoneità e scegliere i pretrattamenti (acido-base o acido-estrazione con solvente).

Selezione dei campioni – I ricercatori che necessitano di datare un orizzonte sedimentario spesso scelgono di datare con l’AMS i macrofossili o una sezione sottile e ad alta risoluzione del profilo, piuttosto che di ottenere un’età media da una grande porzione di sedimento. A volte inviare una quantità maggiore (non più di 200 grammi) è utile per poter estrarre fuliggine o macrofossili, o nel caso in cui si scelga di datare la frazione solubile in alcali o insolubile in alcali. Il laboratorio può effettuare queste estrazioni.

Raccomandiamo di inviare solo la quantità di sedimento necessaria per l’analisi. Il laboratorio può fornire indicazioni sulla quantità adatta, che in ogni caso non deve superare i 200 grammi. La maggior parte dei sedimenti organici inviati per la datazione AMS possono essere analizzati con successo con soli 2-4 grammi.

Smaltimento dei campioni di sedimenti – Si prega di notare che i campioni di sedimenti ricevuti dall’estero e da diversi stati degli USA devono essere manipolati in accordo con le linee guida stabilite dall’Animal and Plant Health Inspection Service (APHIS) del Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti. Queste linee guida richiedono che i sedimenti importati siano trattati chimicamente o con il calore e che, dopo l’analisi, siano smaltiti tramite incinerazione. Per questo motivo, i campioni di sedimenti ricevuti dal nostro laboratorio verranno smaltiti con questa procedura e non sarà possibile restituirli.

Dettagli sul pretrattamento e la datazione dei macrofossili e dei sedimenti

Selezione dei campioni – La quantità di torba richiesta varia in base alle condizioni del materiale e al suo contenuto. Inviare 10-20 milligrammi (AMS) di pure carici. Inviare 2-10 grammi (AMS) torba fangosa. Via via che l’umificazione o la frazione di sedimento aumenta, la quantità di carbonio disponibile diminuisce e diventa più difficile fare una stima della quantità di materiale necessaria. La presenza di materiale vegetale in un campione di torba parzialmente umificata può permettere di analizzare due frazioni separate: na di materiale vegetale e una di sedimento organico.

Ulteriori informazioni sul pretrattamento e la datazione al radiocarbonio della torba

Selezione dei campioni – I fitoliti devono essere inviati già estratti e pronti per l’analisi, poiché il laboratorio non può effettuare l’estrazione. Tuttavia, possiamo suggerire i contatti di esperti che forniscano indicazioni precise sul processo di estrazione. Si prega di non asciugare i campioni in solventi come l’acetone o l’esano. I passaggi finali dovrebbero essere effettuati con un solvente idrofilo come l’acetone e seguiti da diversi risciacqui in acqua (deionizzata, milli-Q, distillata) prima dell’asciugatura.

200-400 milligrammi di fitoliti estratti, isolati e puliti sono solitamente sufficienti per la datazione.

Ulteriori informazioni sul pretrattamento e la datazione AMS dei fitoliti

Consultare il laboratorio per domande o richieste.

Informazioni sul pretrattamento sono disponibili sulla nostra pagina datazione AMS di semi e grani.

Per i campioni molto piccoli, si prega di contattare il laboratorio per discutere.

I campioni di polline devono essere inviati “pronti per l’analisi”. Il laboratorio di Beta non è attrezzato per estrarre e isolare il polline.

Preparazione del campione – L’estratto deve essere neutro (pH 6-8) perché la datazione AMS sia possibile. Se la quantità di materiale disponibile è sufficiente, una piccola porzione viene testata per accertarne la neutralità. Se l’estratto è acido, sarà lavato con acqua deionizzata per portarlo a pH neutro. Tuttavia, la massa del campione potrebbe ridursi durante questo procedimento.

Non è necessario che il polline sia asciutto. Il campione può essere asciugato in laboratorio. Se comunque si desidera asciugare il campione, evitare di utilizzare acetone o metanolo nelle fasi finali della sua preparazione poiché questo provocherebbe un aumento della sua età apparente.

NOTA: Occasionalmente il laboratorio riceve campioni etichettati come “polline” che, esaminati al microscopio, risultano contenere sedimenti, fibre e materiale vegetale. In questi casi, il laboratorio contatterà il cliente per sapere se procedere con l’analisi o cancellarla. Se si decide di procedere, il report dei risultati citerà il materiale analizzato come “materiale organico” e non “polline”.

Non è possibile applicare pretrattamenti in laboratorio.

Ulteriori dettagli sulla datazione al radiocarbonio del polline

Selezione dei campioni – I materiali adatti alla datazione possono essere: residui carbonizzati di cibo aderenti alle superfici interne, carbonio proveniente dal combustibile presente sulle superfici esterne, temperanti estraibili, carbonio organico presente nell’argilla stessa. Solitamente i residui organici presenti sulle superfici interne rappresentano la scelta più opportuna, poiché indicano sicuramente il momento dell’uso dell’oggetto e provengono da materiale “a vita breve”. In alcuni casi, in cui i residui non si trovano in una forma resistente ai pretrattamenti basici, contatteremo il cliente per discutere.

Ulteriori dettagli sulla datazione al radiocarbonio del vasellame

Selezione dei campioni – Se si sospetta che tutte le conchiglie prelevate siano della stessa età, è possibile combinare esemplari di diverse specie in un unico campione.

Se il materiale inviato è sufficiente, il laboratorio solitamente rimuove la porzione esterna della conchiglia per eliminare i carbonati secondari potenzialmente presenti. Si prega di tenere in considerazione questa informazione durante la scelta del campione. Generalmente, più il campione è grande maggiore è la probabilità di ottenere buoni risultati. In caso di campioni molto piccoli, potrebbe essere necessario rimuovere una porzione molto ridotta o non rimuoverne alcuna.

Poiché il laboratorio analizzerà il carbonio-14 presente nel carbonato, è possibile maneggiare i campioni a mani nude. Se si desidera far analizzare la frazione organica, i campioni non devono essere maneggiati a mani nude perché gli oli presenti sulle mani li contaminerebbero.

Consultare la pagina relativa alla datazione al radiocarbonio delle conchiglie per informazioni sul pretrattamento.

Selezione dei campioni – I campioni migliori sono gli incisivi, i canini e i molari completi (con le radici attaccate).

Ulteriori informazioni sul pretrattamento e la datazione al radiocarbonio dei denti

Si prega di consultare il laboratorio prima dell’invio dei campioni.

I tessuti richiedono spesso l’estrazione della cellulosa, l’estrazione con solventi o entrambi i trattamenti, a causa della forte manipolazione. A causa dei costi elevati in termini di tempo e risorse sostenuti dal laboratorio, le tariffe per l’estrazione con solventi e l’estrazione della cellulosa saranno applicate anche se il campione viene cancellato.

Selezione dei campioni – Se il tessuto è ben conservato, ha una buona struttura e non è stato trattato con conservanti, può essere sottoposto al pretrattamento standard acido/base/acido e alla datazione AMS. È possibile inviare una striscia, delle fibre o un di tessuto.

Politica aziendale su tessuti e opere d’arte – Beta Analytic non accetta materiali che abbiano un valore commerciale, ad esempio quelli comunemente venduti nei negozi d’antiquariato. Il laboratorio non analizza pezzi d’antiquariato, libri, manoscritti o oggetti religiosi.

Ulteriori dettagli sulla datazione al radiocarbonio dei tessuti

Si prega di consultare il laboratorio prima dell’invio dei campioni.

Importante – Si prega di informare il laboratorio se i campioni contengono sale o se sono stati in prossimità di aziende o istituti che utilizzano 14C artificiale. Ciò include navi, laboratori e altri siti che abbiano utilizzato o che siano stati contaminati da 14C artificiale. I contenitori usati per la raccolta e/o l’invio devono essere nuovi e non devono mai essere stati utilizzati prima. Non aggiungere sostanze chimiche all’acqua al momento della raccolta.

Non possiamo accettare campioni d’acqua marina trattati con cloruro di mercurio (HgCl2) o azoturo di sodio (NaN3) perché il nostro laboratorio non è attrezzato per il corretto smaltimento di queste sostanze tossiche.

Raccolta dei campioni – Far scorrere l’acqua fino a che si è sicuri di poterla raccogliere direttamente dall’acquifero. Sciacquare la bottiglia con acqua corrente prima della raccolta. Non aggiungere nulla all’acqua. Lasciare un piccolo spazio vuoto nella bottiglia (lasciare il collo vuoto), per permettere un’eventuale espansione dell’acqua durante il trasporto. Si prega di inserire le bottiglie in una busta di plastica e di sigillare la stessa con la zip o con del nastro isolante. In questo modo, nel caso in cui le bottiglie dovessero perdere durante il trasporto, l’acqua non indebolirà il contenitore in cartone.

Ulteriori istruzioni per la raccolta dell’acqua e informazioni sui contenitori raccomandati si trovano sulla nostra pagina relativa alla datazione dell’acqua di falda.

Si prega di consultare il laboratorio prima dell’invio dei campioni.

Selezione dei campioni – La flottazione in acqua è una tecnica comunemente usata per consolidare o separare il legno dai sedimenti. Se l’acqua utilizzata è potabile, il rischio di contaminazione è minimo. L’uso di disperdenti di carbonio non organici è accettabile. Se i campioni sono sottoposti a flottazione, è necessario assicurarsi che tutti i setacci e i contenitori siano completamente privi di tracce di carbonio. Evitare di toccare i campioni a mani nude (contaminandoli con i grassi presenti sulle mani, contenenti carbonio moderno). Se un campione viene toccato inavvertitamente dovrebbe comunque essere utilizzabile per la datazione, ma si prega di avvertire il laboratorio.

Si raccomanda di asciugare i campioni prima dell’invio per evitare la crescita di funghi o muffe. Tuttavia, se non è possibile asciugarli (ad esempio se si invia il materiale direttamente dal sito di campionamento o nel caso di campioni molto piccoli sospesi in soluzione), si prega di inviarli con il metodo di spedizione più rapido possibile.

Il legno conservato potrebbe dover essere sottoposto a estrazione della cellulosa, estrazione con solventi o a entrambi i trattamenti, a seconda del tipo di interventi di conservazione effettuati sul materiale. Se la datazione al radiocarbonio viene annullata, le tariffe per l’estrazione con solventi e l’estrazione della cellulosa saranno applicate comunque, a causa dei costi elevati sostenuti dal laboratorio durante i pretrattamenti.

Dettagli sul pretrattamento e la datazione al radiocarbonio del legno

Imballaggio consigliato

I campioni di grandi dimensioni da datare al radiocarbonio possono essere posti direttamente in bustine con zip. Le buste non contamineranno il campione. Avvolgere i campioni di piccole dimensioni o composti da frammenti fini in fogli di alluminio che andranno chiusi a formare un sacchetto. Riporre ogni sacchetto in una busta con zip etichettata.

NOTA: Maneggiare UN SOLO campione per volta. Iniziare e concludere il processo di imballaggio di ogni campione prima di passare al successivo. Questo permetterà di evitare confusione nell’imballaggio dei campioni.

Si raccomanda di inviare i campioni in scatole rigide quando possibile (invece di utilizzare buste imbottite) per preservarne l’integrità durante la spedizione. Durante il processo di smistamento automatico da parte dei servizi postali, le buste vengono solitamente fatte passare su nastri trasportatori a rullo e la leggera pressione esercitata durante questo processo è sufficiente a frantumare e polverizzare i piccoli frammenti.

Consigli per la spedizione e indirizzi

Termini di pagamento

Consigli sulla manipolazione dei campioni