Idoneità del campione: datazione AMS o radiometrica?

La scelta del metodo migliore per la datazione al radiocarbonio dipende dalla quantità di campione disponibile o, in caso di materiali costosi, dalla quantità che è possibile distruggerne. La datazione AMS, ad esempio, richiede che il campione venga bruciato per essere convertito in grafite.

Vantaggi della datazione al radiocarbonio con AMS rispetto all’analisi radiometrica con LSC:

AMS Radiocarbon Dating

(a) minima quantità di campione richiesta (fino ad un minimo di 20 mg), la datazione AMS è quindi raccomandata per la datazione al radiocarbonio di particelle di sangue, granelli, semi, piccoli artefatti e materiali molto costosi o rari;

(b) richiede meno tempo del metodo radiometrico (meno di 24 ore);

(c) garantisce una maggiore precisione rispetto alle tecniche radiometriche.

La datazione AMS è un metodo più avanzato rispetto all’analisi radiometrica effettuata con contatori a scintillazione liquida (LSC). Il costo della datazione AMS è più elevato.

Beta Analytic non effettua più la datazione radiometrica con scintillatore.

Servizio RadiometricPLUS di Beta Analytic

I campione sottoposti alla datazione radiometrica saranno indicati come RadiometricPLUS, un servizio che combina tecniche di manipolazione di campioni di grandi dimensioni e rilevazione di particelle. Beta Analytic offre la datazione radiometrica solo per carbone, letame, torba, piante e semi, conchiglie, corallo e legno.

RadiometricPLUS – Servizio standard per campioni che contengono almeno 3,0-4,0 grammi di carbonio finale (carbonio residuo dopo l’applicazione dei pretrattamenti e delle sintesi chimiche necessarie). Questo servizio è meno costoso del servizio di datazione AMS. I risultati vengono consegnati in 30 giorni lavorativi o meno.

Datazione AMS – La tecnica di datazione al radiocarbonio con AMS è adatta a campioni che contengono da 0,00025 a 0,3 grammi di carbonio finale. La precisione dei risultati della datazione AMS sarà maggiore rispetto alla datazione radiometrica (LSC) per i campioni più vecchi di 10000 anni. La precisione dei risultati della datazione AMS e del servizio RadiometricPLUS di Beta Analytic è la stessa.

NOTA: La quantità di campione richiesta dal laboratorio è una stima precauzionale. Le normali procedure di pretrattamento possono rimuovere dal 30% al 70% del materiale originale ricevuto. La perdita di acqua, matrice minerale aderente e carbonio legata ai pretrattamenti chimici essenziali è un fattore basilare da tenere in considerazione quando si determina la quantità di materiale necessario. Ad esempio, solo il 25% del peso di un campione pulito di carbone può essere analizzato (1 grammo di carbonio finale per 4 grammi di carbone ricevuto).

Informazioni sulla datazione al radiocarbonio tramite contatore a scintillazione liquida (LSC)