AMS dating groundwater

Analisi degli isotopi dell’ossigeno (δ18O) e del deuterio (δ2H o δD) per i campioni d’acqua

Quantità raccomandata
2-5 ml (utilizzare una provetta piccola che non sia mai stata usata, riempiendola completamente senza lasciare alcuno spazio libero)
Suggerimenti per l’imballaggio
Si prega di utilizzare imballaggio sufficiente a evitare la rottura delle bottiglie durante il trasporto.
Tempi di consegna
14 giorni lavorativi o meno
Si prega di informare il laboratorio se i campioni contengono sale o se sono stati in prossimità di edifici in cui viene utilizzato 14C artificiale.

La tariffa per la datazione AMS di campioni d’acqua include attualmente l’analisi di δ13C, δ18O e δD; report di garanzia di qualità; calibrazione agli anni di calendario dove applicabile; e accesso online 24/7 alle analisi in corso e ai risultati.

Le misurazioni degli isotopi stabili ossigeno-18 e deuterio sono disponibili anche come analisi separate, senza la datazione al carbonio. La misurazione di δ18O e δD viene effettuata sui campioni d’acqua in uno spettrometro di massa isotopica (IRMS).

L’interpretazione dei valori δ18O e δD, come parte di studi in campo idrologico, deve essere effettuata dal cliente.

Invio campioni – Per ulteriori informazioni sulla raccolta e l’invio di campioni d’acqua, consultare la pagina relativa alla datazione dell’acqua di falda.

Si prega di usare questo foglio dati per inviare campioni per l’analisi di δ18O e δD SENZA datazione al carbonio.

Contattare lab@radiocarbon.com per qualsiasi domanda riguardante i campioni.

Nota – La misurazione degli isotopi stabili dell’ossigeno sui carbonati viene automaticamente inclusa nel servizio di datazione al radiocarbonio e può essere effettuata anche come analisi separata.

Analisi degli isotopi stabili δ18O e δD su acque saline e ipersaline

Beta Analytic impiega il metodo dell’equilibrio isotopico per determinare δ18O e δD di campioni d’acqua liquidi. Questo metodo è ideale per i campioni d’acqua dolce. Le acque marine (con salinità (S) di 35 g L-1) possono essere analizzate con successo, applicando tempi di equilibrazione più lunghi. Ci sono alcune limitazioni per le acque naturali altamente saline (ad esempio S > 100 g L-1), come quelle presenti in alcuni laghi o lagune ipersalini, paludi salmastre, o acque idrotermali. Queste limitazioni sono dovute ai fattori di frazionamento tra CO2 e H2O dipendenti dalla salinità e risultano solitamente in una perdita in accuratezza nell’ordine dello 0,5+ o/oo per il δ18O e del 5,0+ o/oo per il δD. Per ottenere risultati più accurati, potrebbe essere necessaria l’applicazione di fattori di correzione dopo l’analisi, a seconda del coefficiente di attività delle specie isotopiche e della salinità del campione originale.

Riferimenti:

Kendall C., Caldwell, E., Isotope Tracers in Cachement Hydrology (1998) Elsevier Science B.V., Amsterdam. Pp 51-86.

Christophe Lécuyer, Véronique Gardien, Thomas Rigaudier, François Fourel, François Martineau, Alexandre Cros, “Oxygen isotope fractionation and equilibration kinetics between CO2 and H2O as a function of salinity of aqueous solutions”, Chemical Geology, Volume 264, Issues 1–4, 30 June 2009, Pages 122-126.

François Martineau, François Fourel, Anne-Marie Bodergat, Christophe Lécuyer, “D/H equilibrium fractionation between H2O and H2 as a function of the salinity of aqueous solutions”, Chemical Geology, Volume 291, 6 January 2012, Pages 236-240.